Sostenibilità

I pannelli CLADIA® si compongono soprattutto di calcestruzzo, materiale antico ed ecologico. L’insieme di cemento, sabbia, fribre di vetro e fibre organiche lo rendono perfetto anche per il recupero e smaltimento anche attraverso frantumazione e riutilizzo come sottofondi o materiali inerti: in questo modo si abbattono sensibilmente le emissioni di CO2 e il consumo di energia.
Il suo utilizzo facilita la realizzazione di facciate ventilate durevoli nel tempo, per l’efficientamento energetico degli edifici con conseguente risparmio di energia.
Anche in caso di demolizioni e ricostruzioni, i materiali di risulta debitamente selezionati, possono essere rimacinati e trovare nuova vita nei pannelli in calcestruzzo Zanette. Inoltre, l’intera produzione Zanette è improntata al minor impatto energetico ed ambientale possibile.

SOSTENIBILITÁ
SOSTENIBILITÁ

Il costruire
ecosostenibile

Materie prime non inquinanti e produzione a basso impatto ambientale per prodotti ecosostenibili. Negli stabilimenti Zanette il processo produttivo utilizza “green energy” autoprodotta da impianti fotovoltaici e cogenerazione ad olio vegetale. 

Controllo emissioni CO2: i pannelli Cladia® sono la migliore soluzione in commercio tra i sistemi di rivestimento, per una costruzione ecocompatibile, sia in fase di produzione che in caso di sostituzione e smaltimento.

Consumo acqua: per evitare lo spreco delle risorse idriche, l’acqua è gestita in circuito chiuso con depurazione.
Il consumo d’acqua per la produzione dei pannelli Cladia® è limitato all’idratazione del calcestruzzo e non a cicli di lavorazione, pertanto risulta 3 volte inferiore a quello dell’alluminio e 6 volte inferiore all’HPL. 

Rifiuti e scarti di produzione: la produzione dei pannelli Cladia® genera materiali di risulta che vengono considerati completamente inerti. All’interno del mix design, compatibilmente al progetto, possiamo inserire nella ricetta materiale da riciclo nella parte esterna rendendo così il prodotto ancora più eco-sostenibile.